Situazione giuridica in Georgia


La Georgia, come l'Ucraina, ha scelto di legittimare la maternità surrogata. La sua legislazione risale al 1997 e garantisce i diritti dei futuri genitori. In questo senso, se un embrione concepito da una coppia in seguito all'applicazione di tecniche di riproduzione assistita viene trasferito nel corpo di un'altra donna, saranno i genitori del bambino. Con il consenso della gestante, il nome dei genitori committenti apparirà direttamente sul certificato di nascita georgiano. Purtroppo, il Consolato non terrà conto di questo certificato e registrerà la gestante come madre del bambino, seguendo il principio (MATER SEMPER CERTA EST), cioè la filiazione della madre è determinata dalla nascita.

 

1. Legislazione in Georgia

Sezione b: La maternità surrogata è consentita se una donna non ha un utero, allo scopo di ottenere l'evoluzione e la crescita dell'embrione ottenuto come risultato del suo trasferimento nell'utero di un'altra donna, chiamata "donna incinta".

Anche se questo articolo afferma che l'unica condizione è l'assenza di un utero, qualsiasi malformazione o incapacità medica a gestazione permette di eseguire il processo.

Per applicare questo metodo, è necessario avere il consenso scritto della coppia con l'intenzione di avere un figlio. Agli occhi del governo georgiano, questo documento firmato riconoscerà la paternità della coppia al momento della nascita.

In questo paese, la maternità surrogata può essere eseguita solo da coppie eterosessuali sposate, escludendo totalmente le coppie omosessuali e le donne o gli uomini singoli.
 

2. Requisiti

Per quanto riguarda i criteri per i futuri genitori per avviare la maternità surrogata in Georgia, spiccano i seguenti requisiti:

  • Essere un matrimonio eterosessuale
  • Problema di fertilità che richiede la maternità surrogata


  • Per quanto riguarda i requisiti per la scelta della gestante, deve aver già avuto un figlio proprio e non deve avere più di 35 anni. Inoltre, deve avere un livello socio-economico medio-alto, e che la mancanza di reddito sia la causa della sua decisione

    Le gestanti sono anche sottoposte a una serie di test psicologici per aiutare a distinguere quelle donne la cui unica motivazione è quella economica di chi vuole invece aiutare.
 

3. Iscrizione dei bambini in Italia

Per i bambini nati da genitori italiani è preferibile che sia registrato sul certificato di nascita. In questo modo quando si arriva in Italia rimane solo da fare l'ADOZIONE IN CASI PARTICOLARI della madre senza più procedimenti.

Se la madre committente compare nel certificato, la situazione sarà un po' più complessa, poiché arrivando in Italia perché si tratta di una GS (gestazione surrogata), è più difficile da registrare (se non viene iscritto perché contraria all'ordine pubblico, dovrà essere istituita una procedura ordinaria di riconoscimento della paternità e successivamente il processo di adozione della madre committente).

In precedenza c'era la possibilità di ritenere che esisteva una responsabilità penale, ma la Corte Penale di Cassazione ha emesso una sentenza che chiarisce che non esiste una responsabilità penale nelle cause di GS. Pertanto, anche se si dovesse avviare un procedimento penale, questo sarebbe archiviato in prima istanza.


Vantaggi e inconvenienti della Georgia


VANTAGGIINCONVENIENTI
E' più economico degli Stati Uniti.Non si ottiene una sentenza, ma un certificato di nascita con l'apostille dell'Aia. Il bambino verrà a nome del padre, e la madre deve adottare il bambino, una volta in Italia. (Processo senza complicazioni).
Più vicino. 4 ore di voloI prezzi sono leggermente superiori a quelli dell'Ucraina.
Non ci sono programmi chiusi con un numero illimitato di implementazioni come in Ucraina.
Solo coppie eterosessuali sposate.
La madre committente deve dimostrare con un certificato medico che non è in grado di procreare o che rappresenta un serio rischio per la sua salute.